Roma, (askanews) - La lotta per i diritti degli omosessuali alla Festa del cinema di Roma, con il film "Freeheld - Amore, giustizia, uguaglianza" diretto da Peter Sollett e con due splendide interpreti, Julianne Moore e Ellen Page.Il film, che in Italia uscirà il 5 novembre, è basato sul cortometraggio-documentario vincitore di un Oscar, e racconta la vera storia d'amore della detective del New Jersey Laurel e della sua lotta per ottenere che quando le viene diagnosticato un cancro terminale, la sua pensione vada alla compagna Stacie. Una battaglia difficile e coraggiosa, per le parità.A presentarlo a Roma è arrivata Ellen Page, giovane attrice di "Juno", 28 anni, che interpreta Stacie. Un film in cui crede molto, figura anche tra le produttrici.Per prepararsi al ruolo, ha detto, ha passato molto tempo con la vera Stacie, oltre ad essersi commossa con il documentario."Credo che il vero cambiamento passi dalla parità dei diritti. E spero che il film possa mostrare l'impatto che la discriminazione può avere sulla vita delle persone - ha detto -, spero che possa aiutare ad aprire le menti e a svegliare le coscienze su questo argomento".Lo scorso anno, Ellen Page ha fatto pubblicamente coming out. La sua vita e la sua carriera da allora sono cambiate e si augura di essere d'esempio a chi ha paura di mostrarsi se stesso."Per me è stato molto meglio. Prima ero triste, non ero libera di essere me stessa, non ero ispirata. Un tempo a Hollywood si aveva paura di fare coming out, si temeva di non riuscire più a lavorare, ma ore le cose stanno cambiando. Io sono molto più felice, credo che la mia vita e il mio lavoro siano migliori, e soprattutto, quando recito sono molto più ispirata".