Milano (askanews) - Sono passati 40 anni da quando il cinema italiano fu travolto dalle battute, le invenzioni e gli scherzi del primo "Amici miei". Il capolavoro della commedia all'italiana, nato da un'idea di Pietro Germi ma poi diretto da Mario Monicelli, è diventato negli anni un cult che continua a strappare risate, seppur agrodolci, senza tempo.Merito dei tempi perfetti, della sceneggiatura e dei grandi attori scelti per interpretare il gruppo di amici protagonista del film e autore delle celebri "zingarate": Ugo Tognazzi, Philippe Noiret, Gastone Moschin, Duilio Del Prete e Adolfo Celi. Insieme a loro l'altra protagonista è Firenze, città che ha celebrato l'anniversario proiettando il film sulla facciata della basilica di Santo Spirito.