Milano (askanews) - Quali saranno i classici del cinema del prossimo secolo? Per rispondere a questa domanda la televisione britannica Bbc si è rivolta a 177 critici cinematografici di tutto il mondo che hanno stilato la classifica dei 100 migliori film del 21esimo secolo, considerando dunque quelli usciti in sala solo dagli anni 2000 in poi e ignorando i grandi classici del passato.

Al primo posto c'è "Mulholland drive" di David Lynch, seguito da "In the mood for love" di Wong Kar-wai, scelte che danno subito l'idea del tipo di classifica, stilata da cinefili che hanno pescato a piene mani dai grandi film d'autore di questo secolo. Niente blockbuster insomma, neanche l'ombra di supereroi o di saghe alla Harry Potter.

A chiudere il quintetto dei migliori film del secolo ci sono "Il petroliere" di Paul Thomas Anderson, terzo posto, seguito da "La città incantata" di Hayao Miyazaki e "Boyhood" di Richard Linklater. Il capolavoro di Miyazaki non è l'unico film d'animazione in classifica: ci sono anche "Wall-e", "Ratatouille" e "Alla ricerca di Nemo".

L'unica pellicola italiana presente invece è "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino. Ma per vederla comparire bisogna aspettare fino alla 64esima posizione.

Su 100 film, 8 sono diretti da donne, fra loro Sofia Coppola per "Lost in translation" e il premio Oscar Kathryn Bigelow con "The Hurt Locker".

Gli anni più interessanti per gli amanti del cinema sono stati il 2012 e il 2013, entrambi con 9 film a testa in classifica.