Venezia, (TMNews) - Con il suo tratto ha fatto innamorare del cinema d'animazione diverse generazioni. Da quelle cresciute con Lupin e Conan, alle più recenti che al cinema hanno visto gli ultimi capolavori sfornati dallo Studio Ghibli, come "Ponyo", oltre ai classici dell'opera di di Hayao Miyazaki, da "Porco Rosso" a "Il Castello errante di Howl".Il celebre maestro giapponese del cinema d'animazione si ritira. I dettagli saranno spiegati a Tokyo in una conferenza stampa la prossima settimana ma ad anticiparlo è stato dalla Mostra del cinema di Venezia il presidente dello studio Ghibli, Koji Hashino.Al Lido è stato presentato in concorso quello che sarà quindi l'ultimo film di Miyazaki, "Si alza il vento", una storia dove si ritrovano alcuni dei temi più cari al grande regista. Tra questi quello della passione per il volo. Dopo i castelli erranti o le isole che fluttuano nel cielo, come in "Laputa", questa volta lo spettatore può ammirare librarsi tra le nuvole degli aerei fantastici, simili a uccelli dalle lunghe ali, in un omaggio dichiarato al grande ingenere areonautico italiano Gianni Caproni.