In mostra a Palazzo Poli fino al 2 marzo