Ferrara (TMNews) - Una guerra tradizionale, addirittura antica. Così il giornalista americano David Rieff, da sempre coscienza critica degli Stati Uniti, definisce l'attuale conflitto contro lo Stato islamico. Lo abbiamo incontrato al festival Internazionale a Ferrara."La decisione degli Stati Uniti di attaccare gli islamisti è inevitabile - ci ha detto - e io non sono mai contro l'inevitabile, che è il motivo per cui lo definiamo inevitabile"."Io non credo - ha aggiunto Rieff - che sia un nuovo tipo di guerra, è la solita spedizione militare come quelle che conosciamo dal tempo degli antichi romani o della Cina classica. Se poi funzionerà è una domanda completamente diversa".Perché si ottengano dei risultati, secondo il giornalista, c'è una sola strada, scomoda e al momento ufficialmente non presa in considerazione dalla Casa Bianca. Ma Rieff, pur da intellettuale della sinistra americana, non manca mai di proporre letture eretiche."Il solo modo perché funzioni è che gli Stati Uniti decidano di mandare truppe sul terreno e io credo che dovrebbero".