Lagos (askanews) - Si chiamano Aje, Avonome e Guardian Prime e non hanno bisogno di avere la pelle bianca per salvare il mondo. Sono i supereroi africani nati dalla matita del disegnatore 37enne Jide Martins, fondatore di Comic Republic, in Lagos, editore di fumetti online che raccontano le storie di un manipolo di supereroi nati e cresciuti in Africa."Abbiamo un background culturale che considera l'esistenza delle streghe e la gente pensa che le streghe di questa parte del mondo siano tutte oscure e cattive - ha spiegato il fumettista - noi stiamo cercando di far capire al mondo che le streghe africane sono buone. Oppure che l'uso della paura per combattere i tuoi stessi timori è una parte essenziale della cultura africana".Il tratto grafico è simile a quello dei fumetti Marvel, ma a differenza di supereroi come Ironman o l'Uomo ragno, nati e cresciuti negli Stati Uniti, o anche della stessa Tempesta, (l'X-man con doppia cittadinanza: americana e dell'immaginario Wakanda) questi supereroi sono totalmente africani. Come Guardian Prime - che ha un costume con i colori della bandiera nigeriana - vestono abiti con richiami diretti a questa terra ed è qui che combattono le loro battaglie."Inizialmente, quando abbiamo cominciato, è stato molto difficile rompere il monopolio americano - ha aggiunto Towe, un altro disegnatore - ed è stato difficile far capire alle persone che stavamo facendo qualcosa di serio, perché la maggior parte di loro pensava che stessimo solo perdendo tempo".Lanciato solo nel 2013, Comic Republic è passato in poco tempo da qualche centinaia di appassionati a un pubblico di oltre 28mila fan. I fumetti sono tutti gratuiti e si possono scaricare da internet mentre i finanziamenti arrivano grazie a sponsor e pubblicità.Il prossimo obiettivo è approdare al grande schermo, in modo da rivaleggiare con i supereroi americani sul loro stesso terreno.(Immagini Afp)