Roma, (askanews) - Giorgio Gosetti, direttore della Casa del Cinema di Roma, ricorda così Ettore Scola, il regista scomparso a Roma a 84 anni. Proprio alla Casa del Cinema sarà aperta al pubblico la camera ardente del maestro."Si dice spesso che il neorealismo italiano è la capacità di guardare al mondo partendo dalle piccole cose - ha detto Gosetti - si dice spesso che la commedia all'italiana è la capacità di raccontare il dramma con una risata. Ettore partiva dalle piccole cose e raccontava il mondo con una risata, ma anche con una grande malinconia e una grande umanità e generosità per i mostri che metteva in scena"."Ha raffigurato tutti i vizi, le debolezze, le particolarità degli italiani - ha aggiunto - ma ha saputo farlo mettendosi anche un po' dalla parte dei personaggi che raccontava".