Roma (TMNews) - A pochi giorni dalla vittoria ai David di Donatello "Il capitale umano" di Paolo Virzì ha vinto anche il Globo d'oro per il miglior film. I corrispondenti della stampa estera in Italia hanno definito il film ambientato in Brianza "elegante, ma che racconta una società spietata". Nella tradizionale cerimonia che si è tenuta a palazzo Farnese a Roma, i giornalisti stranieri hanno dato un importante riconoscimento anche al film "In grazia di Dio" di Edoardo Winspeare: il Gran Premio della Stampa estera. I due esordienti rivelazione di quest'anno, Pif e Sydney Sibilia, hanno raccolto molti consensi: il primo ha avuto il Globo per la miglior sceneggiatura con "La mafia uccide solo d'estate", il secondo quello per la miglior commedia, ritirato dagli attori protagonisti. Per la stampa estera questo film sui giovani disoccupati "seppur in maniera ironica e leggera racconta con amarezza come l'Italia tratta i giovani talenti e la cultura". Un'altra commedia di successo di quest'anno, "Song 'e Napule", ha vinto per la migliore musica con Pivio e Aldo De Scalzi. Miglior opera prima di quest'anno per i giornalisti stranieri è "Zoran il mio nipote scemo" di Matteo Oleotto, migliori attori Antonio Albanese per "L'intrepido" e Sara Serraiocco per "Salvo". A una grande attrice come Claudia Cardinale i giornalisti stranieri hanno voluto invece assegnare quest'anno un premio alla carriera. L'attrice, anche se vive a Parigi e gira con giovani registi in tutto il mondo, è sempre una grande icona del cinema italiano."Io sono italiana, il passaporto è italiano, non mi sono mai naturalizzata, solo che ho girato in tutto il mondo e mi danno premi dappertutto. Non so più dove metterli..."