Roma (TMNews) - La stampa estera premia il cinema italiano. A Palazzo Farnese a Roma sono stati consegnati i Globi d'oro, assegnati ogni anno dai giornalisti stranieri a autori e interpreti dei nostri film. Quest'anno a trionfare sono Leonardo Di Costanzo, Daniele Ciprì e Valeria Golino in veste di regista. La Golino ha avuto il Globo d'oro per la migliore opera prima con il suo film "Miele" e la sua protagonista Jasmine Trinca è stata premiata come migliore attrice. "Mi sta dando soddisfazione questo pupattolo, questo filmetto che ho fatto".Il Globo più importante, il Gran Premio per la stampa estera, è andato a Leonardo di Costanzo per "L'Intervallo", film che racconta una parentesi di innocenza in un ambiente infestato dalla camorra. "La stampa straniera in Italia ha uno sguardo che io cerco, partecipato ma un passo indietro, guardano la realtà italiana con distanza".Un altro film che racconta il sud, ma in modo cinico e grottesco, è "E' stato il figlio" di Daniele Ciprì, che ha vinto il Globo d'oro per la miglior regia. Il miglior attore di quest'anno per la stampa straniera è invece Alessandro Gassman interprete del film da lui stesso diretto, "Razzabastarda". Il momento più emozionante della serata è stata la consegna del premio alla carriera a Franco Zeffirelli da parte di Fanny Ardant, indimenticabile interprete del suo "Callas forever".