Roma, (askanews) - Esce "Di me e di te" (Fonti Sonore/Warner), il nuovo album degli Zero Assoluto. A dare il nome al cd il singolo presentato a Sanremo, una canzone che parla dell'importanza del dialogo, come ha spiegato il duo romano, all'anagrafe Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci, in un'intervista doppia nello studio di Askanews: "La canzone racconta la difficoltà che c'è, a volte ci si nasconde dietro a un muro di silenzio o magari anche un po' di orgoglio. Non si vuole fare il primo passo, poi si accumulano cose, non sai più come uscirne, quando in realtà parlare sarebbe la soluzione migliore", spiega Thomas."I tempi di smartphone solitamente allungano questo problema, nel senso che a volte quella è una variabile contro l'imbarazzo: i famosi momenti di silenzio prima, un conto è che stiamo zitti 3 secondi, ed è imbarazzante, invece se hai un problema con qualcuno il telefono ti salva la vita", aggiunge Matteo. "Non so in che direzione va l'album 'Di me e di te' è una canzone che ci rappresenta molto, dove siamo oggi, siamo pluritrentenni e quindi, inevitabilmente, sicuramente si rivolge a loro, ma si rivolge anche ai più giovani. E' un disco molto trasversale'. In realtà siamo nel mezzo: secondo me con questo disco abbiamo la possibilità di arrivare a tutti", spiega il duo.E poi c'è la loro idea di amore: "Dentro l'Amore comune quello che abbiamo cercato di raccontare è l'amore quotidiano più street, quello più violento. Non è l'amore per te questo? Sì, proprio questo. Non quello cinematografico, ma quello quotidiano, quello di tutti i giorni, dove se riesci ad andare avanti vuol dire che hai incontrato davvero una persona con cui condividere una cosa che si chiama amore. Si possono anche avere dei momenti importanti, una bellissima cena, ti regalo una rosa, ma ci sono anche i problemi piccoli e grandi, gli spazi nel letto, gli spazzolini...", sottolineano.In tutto dieci tracce, tra cui una cover di "Goldrake".