Roma (TMNews) - Ci sono anche tante donne artiste nella mostra suglianni 70 a Roma al Palazzo delle Esposizioni, segno dei tempi che cambiavano. La curatrice Daniela Lancioni: "Marisa Merz, senza titolo, è un'opera non datata ma è stata esposta a Roma nel 1975 in una mostra personale alla Galleria L'Attico. Sono dei fili di rame lavorati come alla maglia. Le donne artiste erano molte. Sono anni importanti per il movimento femminista naturalmente quelli degli anni 70, sono anni in cui alcune donne fecero delle scelte radicali. Sono anni in cui grandi donne dell'arte continuano felicemente a navigare con le loro magnifiche opere. Abbiamo un'opera di cui siamo molto contenti di Claudia Accardi, aggiornata nel senso che dice la sua su questi anni 70, entra nel dibattito degli anni 70 con un lavoro potente, innovativo.Abbiamo una Giosetta Fioroni che viene dalla cosiddetta scuola di piazza del Popolo, è una voce capace di mettere in discussione la sua stessa arte. E poi abbiamo nella parte che abbiamo nominato "politica" gli interventi di alcune donne molto interessanti che facevano un lavoro più tagliato sulle problematiche femministe: penso a Tomaso Binga, a Verita Monselles, Susan Santoro e Cloti Ricciardi".