Roma, (askanews) - Cresciuta a dosi massicce dei Chips con il mitico Poncharello, Giulia Corda, originaria di Trastevere, sognava una carriera a Hollywood e il suo desiderio si sta realizzando. Dopo avere lavorato per alcuni anni alla soap di Raitre "Un Posto Al Sole" e al programma "Sfide", la giovane sceneggiatrice e regista romana si è trasferita a Los Angeles nel 2011 e nell'aprile 2014 ha vinto il premio "Sloan Filmmaker Fund Grant" al Tribeca Film Festival di New York per la sceneggiatura del film "Venus Transit", un road movie alla "Thelma e Louise".Ormai immersa al 100% nel mondo hollywoodiano, un mercato "molto competitivo", dove devi sempre avere una sceneggiatura pronta da tirare fuori dal cappello, Giulia sta ora lavorando alla realizzazione di "Venus Transit", che vede protagoniste due donne: l'astrofisica ottantenne Iris, che ricorda molto Margherita Hack, e una donna più giovane, sui 40, Hannah, in crisi di coppia, che aiuterà la prima a realizzare la promessa fatta al marito da poco defunto di raggiungere Palomar per assitere al transito di Venere.Sedersi in un bar con un portatile e una tazza di té o caffé a scrivere è lo scenario tipico per un filmaker a Los Angeles, racconta Giulia, che si è laureata con il massimo dei voti in Antropologia alla Sapienza di Roma e rivela di avere "un po' di nostalgia per l'Italia, ma alla fine nemmeno così tanta".