Roma, (askanews) - Oltre 900 aperture straordinarie proposte in 380 località in tutte le regioni, che rappresenteranno l'Italia in tutti i suoi aspetti, dall'arte all'industria, dalla vita sociale al paesaggio. Sabato 19 e domenica 20 marzo tornano le "Giornate FAI di primavera", il più importante evento di piazza dedicato ai beni culturali organizzato dal Fondo Ambiente Italiano e giunto alla 24esima edizione.Dall'Istituto storico di cultura dell'Arma del Genio e dalla Villa del Sovrano Militare dell'Ordine di Malta a Roma all'area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans ad Aosta; dalle Catacombe di San Gaudioso a Napoli al Deposito rotabili storici a La Spezia; dalla Chiesa rupestre di Santa Maria della Valle a Matera al Padiglione Reale della Stazione Centrale di Milano: settemila volontari FAI e 30mila ragazzi delle scuole "apprendisti Ciceroni" apriranno al pubblico 270 luoghi di culto, 250 palazzi e ville, 30 borghi e quartieri, 60 castelli e torri, 2 musei di importanza internazionale, 80 piccoli musei, archivi e biblioteche.E ancora: parchi, aree naturalistiche e archeologiche, edifici di archeologia industriale, accademie, strutture sportive storiche, musei aziendali, teatri e anfiteatri, frantoi, aziende agricole e cantine vitivinicole.