Latina (TMNews) - Un gioiello naturalistico che ha ispirato, nei secoli, i grandi scrittori. Il Giardino di Ninfa, a Cisterna di Latina, è un luogo dove si possono trovare piante rare, cascate e rovine ed è stato definito "il giardino più romantico del mondo". La vita più recente dell'oasi è iniziata a fine XIX secolo con la nobile famiglia Caetani, ma, come spiega il direttore del giardino Lauro Marchetti, la storia del luogo è ben più antica."Al tempo di Plinio il Vecchio - ci ha spiegato - in pieno periodo romano, lui era così affascinato da questa acqua così limpida, che ha scritto un piccolo poema dedicato alle ninfe, ecco perché il nome di Ninfa".Dall'epoca romana si arriva agli scrittori del Novecento, e Marchetti ricorda il lungo elenco di coloro che hanno amato il giardino."Grandi nomi venivano - ha aggiunto - giravano nel giardino e scrivevano. C'era per esempio Virginia Woolf, Thomas Eliot, Tennessee Williams, Karen Blixen, Truman Capote. E gli italiani, Moravia, Pasolini. E c'è un punto speciale dove Giorgio Bassani ha scritto Il giardino dei Finzi Contini".Le suggestioni, quindi, non mancano. E il giardino, oltre che per le bellezze naturali, sembra brillare anche per i magnifici fantasmi letterari che, non c'è dubbio, si possono ancora incontrare a Ninfa.