Milano, (TMNews) - La storia narra che la prima passione di George Lucas non siano stati né il cinema né le astronavi, ma le auto da corsa. Un amore smisurato cui rende omaggio in "American Graffiti" e che da ragazzo lo teneva lontano dai libri di scuola. Un sogno, quello di diventare un pilota da corsa, che si è interrotto tre giorni prima del diploma dopo un terribile incidente sulla strada. Si narra che abbia iniziato a scrivere di cinema mentre era bloccato in ospedale. Dalle macchine da strada alle navi spaziali, poi, il passo è stato breve: una nuova passione che lo accompagna ancora oggi che festeggia settanta anni. Un amore che resta vivo sebbene abbia ceduto la sua creatura più grande: quel mondo dalle mille possibilità che è Guerre Stellari, la saga di fantascienza più amata di sempre e che ogni mese di maggio viene celebrata in tutto il mondo da decine di migliaia di fan. Maggio perché in quel mese del lontano 1977 venne proiettato il primo episodio della saga. E maggio come il compleanno di Lucas, nato a Modesto, il 14 maggio del 1944. Oggi, con la cessione alla Disney dei diritti su Guerre Stellari e tutto il merchandising, Lucas è accreditato come l'uomo di cinema più ricco del pianeta, con un patrimonio stimato quasi 4 miliardi di dollari. Abbastanza per godersi dal suo ranch in California, o dalla tenuta in Umbria, i nuovi capitoli di Star Wars targati J.J. Abrahams.