Torino, (TMNews) - Alessandro Gassman al Torino Film festival in una veste insolita, non da protagonista di un film ma di uno spettacolo teatrale al centro di un documentario, "Essere Riccardo...e gli altri" di Giancarlo Scarchilli. L'opera racconta il dietro le quinte e la preparazione dello spettacolo "R III- Riccardo Terzo" in cui Gassman è attore e regista: "Sono molto lusingato che ci sia interesse docu che ha valenza artistica a prescindere dal mio spettacolo, ha fatto un lavoro d'autore e fa un buon servizio al teatro in generale". L'opera teatrale rivisita, con un tocco gotico alla Tim Burton, Shakespeare e secondo Gassman è molto attuale: "Parla di conquista di potere, di non rispetto delle regole e tra l'altro credo non ci sia Paese più indicato dell'italia per parlare di questo in questo momento storico, abbiamo una classe politica che non manca di dare dimostrazione di non rispetto delle regole".Gassman si dice molto soddisfatto dell'impronta data al festival dal direttore Paolo Virzì: "Ha fatto un festival dotto, ma senza puzza sotto il naso. Una cosa molto difficile". Unico rammarico, dice, è non averci ancora lavorato insieme.