Milano (TMNews) - La ricerca della felicità è il tema proposto dalla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano per il Fuorisalone 2013. Un argomento ambizioso, che si declina in due diverse mostre all'insegna del rapporto tra "Individuale e Collettivo". Nella prima grandi maestri come Italo Rota, Alessandro Mendini o Gualtiero Marchesi raccontano che cos'è la felicità secondo loro. Nella seconda gli studenti Naba presentano i lavori da loro creati sullo stesso tema. E il direttore del biennio specialistico in Design dell'Accademia, Marco Ferreri, spiega come la lezione dei maestri abbia influito sui progetti che erano stati concepiti dai ragazzi in precedenza."I progetti - ci ha detto il docente - non erano più singoli, singolari, per se stessi, ma diventavano collettivi. Cosa significa questo? Credo che sia l'indicazione di una società che vuole cambiare, che sta cambiando, che forse non sa bene dove sta andando, ma che sicuramente ha preso coscienza che le cose saranno diverse".Felicità come bene collettivo, dunque, ben rappresentato dal simbolo scelto per la doppia esposizione. "Il simbolo - ha aggiunto Ferreri - per tutta l'esposizione è uno smile raddoppiato, cioè il marchio sono duie sorrisi. Perché impariamo che se si sorride non si è più da soli ma bisogna essere in tanti".Il campus di Naba e Domus Academy rimane aperto alla città fino a domenica 14 aprile.