Roma, (askanews) - Nel 2014 facendo alcuni lavori nel sottotetto della loro abitazione nel Sud della Francia, nella regione di Tolosa, due coniugi avevano scoperto un piccolo tesoro: un quadro di Caravaggio. Ora gli esperti sono al lavoro, secondo alcuni l'opera trovata in soffitta sarebbe "autentica". Il dipinto raffigura una Giuditta nell'atto di tagliare la testa di Oloferne e secondo Eric Turquin, esperto di Caravaggio, che ha tenuto una conferenza stampa a Parigi, ci sono molti tratti tipici del maestro:"Abbiamo fatto ricerche per 18 mesi - ha spiegato - anche con l'ausilio di strumenti a infrarossi, raggi X, lo hanno visto molti storici d'arte specialisti di Caravaggio".La mano dell'artista secondo lui si riconoscerebbe dalla tecnica e da piccoli dettagli come la luce sulle unghie delle mani. In più trasmetterebbe l'energia tipica del pittore.E' stato datato tra il 1600 e il 1610 e il suo valore, se ne fosse confermata l'autenticità, si aggirerebbe sui 120 milioni di euro. In attesa di nuove perizie, il ministero della Cultura francese ha disposto che la tela rimanga in Francia perché merita di essere mantenuta come testimonianza importante del caravaggismo.