Roma, (askanews) - "E' veramente un bilancio entusiasmante: sono poco più di due anni che i 20 direttori lavorano, italiani e non, hanno cambiato il volto dei loro musei, hanno legato i musei alle città, non soltanto ai turisti, sono cresciute attività scientifiche e restauri. Lo Stato ha investito circa 1 miliardo di euro per gli interventi nei musei e soprattutto sono aumentati tantissimo i visitatori, in controtendenza con quello che è successo in Europa: quest'anno sfioreremo i 50 milioni, siamo partiti da 38 milioni, solo nei musei e nei parchi archeologici dello Stato". Così il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, ha commentato i risultati dei musei statali italiani tra il 2014 e il 2017, dopo la riforma prevista dal nuovo regolamento di organizzazione del MiBACT.

A margine di un convegno alle Terme di Diocleziano a Roma nel quale si è fatto il punto sull'esperienza dei direttori dei musei autonomi, con la partecipazione dei 21 direttori dei musei, Franceschini ha sottolineato che "è la prova che investendo in cultura si fa del bene alle persone, alle menti, alle anime, ma si fa anche molto bene all'economia delle nostre città".