Roma, (askanews) - Il visitatore che scopre il Foro Romano di notte grazie alle nuove visite guidate del venerdì sera potrà esplorare anche la chiesa di Santa Maria Antiqua, finalmente riaperta al pubblico. Non solo: potrà anche ammirare la mostra interna, completa di un bellissimo progetto multimediale, curato da Maria Andeloro, Giulia Bordi e Raffaele Carlani, che ricostruisce i dipinti murali ormai scomparsi.Fondata alla metà del VI secolo, Santa Maria Antiqua è il più antico e il più importante monumento cristiano del Foro Romano, elemento chiave per la comprensione dello sviluppo del Foro nei primi secoli del Medioevo. La chiesa riutilizza un elemento pagano preesistente e conserva sulle sue pareti 250 metri quadri di dipinti murali, ormai rovinatissimi, dal periodo di fondazione fino al secolo VIII. Sono testimonianze uniche, a Roma e al mondo, per la conoscenza dello sviluppo dell'arte altomedievale e bizantina.