Firenze (TMNews) - Un variegato universo femminile e una influenza che si è stesa su tutta l'arte spagnola del XX secolo: è il Picasso parzialmente inedito che esce dalla mostra al Palazzo Strozzi di Firenze, dove sono esposte 90 opere del grande maestro spagnolo, provenienti dal Museo de Arte Reina Sofia di Madrid. La genesi di Guernica costituisce, spiega Eugenio Carmona, una delle sezioni di maggiore impatto"Questo percorso, del minotauro, del mostro, a Guernica, con i disegni preparatori che sono in relazione con il Guernica, si può fare perché tutte le opere che abbiamo provengono dal Museo Reina Sofia, che ha insieme tutta la serie del mostro e la serie del Guernica".La rassegna, che copre il periodo tra il 1910 e il 1963, esalta anche la poetica dal segno minimale di artisti come Juan Mirò o del meno noto, per l'Italia, Benjamin Palencia"Ridurre la realtà - ha aggiunto Carmona - a questo minimo essenziale che non si può sapere bene cosa vuol dire, ma che ha un impatto nel cuore e fa poesia".La mostra "Picasso e la modernità spagnola" resterà aperta fino al 25 gennaio 2015