Mantova (TMNews) - Alfonso Berardinelli si conferma critico, di professione e di fatto, e da Mantova sferza i romanzieri italiani, senza risparmiare neppure un grande nome come Walter Siti."Gli autori italiani - ci ha detto a Festivaletteratura - che sono italiani, spero, nonostante tutti gli sforzi per sembrare americani, ma gli autori di romanzi italiani restano italiani e si vede, perché, forse non sono capaci di raccontare, e questo devo dire, nonostante io sia molto amico ed estimatore di Walter Siti, capita spesso anche ai migliori".Il ragionamento di Berardinelli, autore anni fa di un saggio provocatoriamente intitolato "Non incoraggiate il romanzo", entra anche nel merito storico."La tradizione narrativa italiana - ha aggiunto Berardinelli - non è particolarmente portata a realizzare la forma romanzo. Gli italiani ancora stentano a produrre dei romanzi veramente buoni che siano in sé dei buoni romanzi e che non siano la performance di un modello ideale, immaginario, o stereotipo".La frustata è partita, agli scrittori nostrani, forse, l'onere di una risposta.