Roma (TMNews) - E' stata una commedia romantica con un'atmosfera fuori dal tempo ad aprire quest'anno il festival internazionale del film di Roma. "Soap opera" di Alessandro Genovesi, interpretato da un supercast formato da Fabio De Luigi, Ricky Memphis, Diego Abatantuono, Chiara Francini, Cristina Capotondi, Ale e Franz, Elisa Sednaoui, è stato girato interamente a Cinecittà e racconta le vite degli inquilini di una palazzina piuttosto animata, alle prese con amori, separazioni, problemi di cuore vari e incidenti improvvisi. Il regista non ha nascosto la sua emozione per essere stato scelto per aprire un festival importante come quello di Roma:"Sono molto emozionato però felice, è un'emozione sana"."Mi sembra un bellissimo posto, una festa, come è stata ribattezzata quest'anno, in cui tutti quelli che amano il cinema possono venire"."Soap opera", che arriverà nei cinema il 23 ottobre, racconta un mondo bizzarro animato da personaggi stralunati e romantici, e risulta un mix tra commedia, mélo, noir: "A me piace molto che nel momento in cui si spengono le luci in sala e inizia il film il pubblico venga proiettato in un mondo che non conosce, che è inventato, che per quanto mi riguarda è il mondo della creatività".Per Memphis e Abatantuono il set a Cinecittà è stato unico e particolarmente divertente:"Io sul set mi diverto: purtroppo a casa spesso si accorgono che mi diverto più sul set che in altri ambiti, però mi piace, e questo film in particolare era molto divertente, sia recitarlo, girarlo, che in pausa."Girare un film a Cinecittà è un'emozione enorme, è il modo più bello per girare un film per quanto mi riguarda.L'atmosfera che si sente girando dentro un teatro di posa per me è il cinema".