Roma (TMNews) - Il via vai del "Grand Budapest Hotel" di Wes Anderson dà il via alla 64.ma edizione del festival di Berlino, in programma dal 6 al 16 febbraio, con 400 film di cui venti in competizione per l'Orso d oro. Molte le star attese, da Ralph Fiennes a George Clooney, da Charlotte Gainsbourg a Matt Damon, da Uma Thurman a Viggo Mortensen. Clooney porta al festival la sua truppa di "Monuments Men", film con Matt Damon, Bill Murray, Jean Dujardin, che interpretano una squadra di esperti d'arte che durante la seconda guerra mondiale devono recuperare tesori rubati dai nazisti. Attesissimo, fuori concorso, anche il film-scandalo "Nymphomaniac" di Lars von Trier.Il cinema italiano sarà presente nella sezione "Panorama" , con "In grazia di Dio" di Edoardo Winspeare, e con "Felice chi è diverso" di Gianni Amelio, documentario su come è stata vissuta l'omosessualità in Italia dall'inizio del Novecento in poi. Al regista inglese Ken Loach verrà assegnato l'Orso d'oro alla carriera.