Roma, (askanews) - Un sodalizio umano e artistico che va avanti da oltre 30 anni. Joel Coen e Frances McDormand, marito e moglie, una delle coppie più interessanti del cinema, regista lui, insieme al fratello Ethan, famosi per le commedie sofisticate e irriverenti,attrice lei e protagonista del loro "Fargo". Sono arrivati alla Festa del cinema di Roma per un incontro con il pubblico sul loro rapporto sul set e non solo. E prima di vedere i fan hanno risposto ad alcune curiosità.Il loro primo incontro è stato nell'84 a New York sul set di "Blood Simple - Sangue facile" esordio cinematografico dei fratelli Coen. Un incontro divertente."Lei al provino arrivò davvero in ritardo" ricorda Joel, ma è Frances a svelare che la parte di Abby la voleva assegnare a un'altra."In realtà, è vero, noi avevamo chiesto a Holly Hunter, ma non accettò". Fu l'attrice però a parlare del film alla sua amica Frances, che si presentò al provino. E da li nacque tutto."Ogni film che ho scritto dopo l'ho fatto immaginando Frances nel personaggio" rivela Joel. I due si sono sposati poco dopo. Ma qual è il segreto della loro coppia? "Non faccio film sul matrimonio", scherza il regista, e Frances aggiunge: "Abbiamo sempre storie da raccontarci. Dopo 32 anni ne abbiamo passate tante, abbiamo condiviso i primi annji di lavoro ma abbiamo anche avuto esperienze professionali separate, poi negli ultimi vent'anni la nostra vita è cambiata con nostro figlio, che è la cosa più entusiasmante che abbiamo fatto insieme".Insieme hanno fatto "Arizona Junior", "Fargo" con cui lei ha vinto anche l'Oscar, "L uomo che non c era", "Burn After Reading - A prova di spia". Joel dice di non essere mai stato geloso dei ruoli di Frances con altri attori, lei ammette invece di aver invidiato il potere del marito: "Io sono spesso in attesa di una parte da interpretare, lui non aspetta nessuno per lavorare, magari aspetta dopo i soldi".Il sodalizio continua anche nel nuovo film dei fratelli, "Ave Cesare" in uscita a febbraio, in cui ci sarà anche Frances."Sarà un film sulle vecchie tecnologie e il vecchio modo di fare cinema a Hollywood, sarà ambientato uno studio della Hollywood anni '50".