Roma, (askanews) - E' record d'incassi al botteghino americano per "Fast&Furios 7", nuovo capitolo della saga delle folli corse di strada uscito anche in Italia e segnato dalla morte prematura dell'attore Paul Walker, che tuttavia, grazie alle stupefacenti tecnologie e al contributo dei suoi fratelli, appare fino alla fine del film. Macchine e un cast "hot", nuovamente capitanato da Vin Diesel, da poco diventato papà: "Paul Walker mi aveva detto di tagliare il cordone ombelicale. L'ho fatto due settimane fa, non potevo smettere di pensare a Paul e quando è stato il momento di decidere il nome di mia figlia è uscito fuori 'Pauline'", ha raccontato l'attore.L'orgoglio del rapper e attore Ludacris per il collega scomparso in un incidente stradale nel novembre 2013, mentre le riprese erano ancora in corso: "Sono molto orgoglioso di come siamo riusciti a ultimare il film e di come abbiamo portato avanti l'eredità di Paul Walker e gli abbiamo reso omaggio". Per l'attrice Jordana Brewster, "girare a Puerto Rico con Paul è stato definitivamente il momento più alto della serie". Infine, il regista James Wan, malese naturalizzato australiano: "E' stata una grande sfida, ma era qualcosa che dovevamo fare, finire il film per Paul".(immagini Afp)