Agerola (askanews) - Note jazz d'autore in una cornice da togliere il fiato. Il trombettista Fabrizio Bosso insieme al Tommaso Quintet project con Giovanni Tommaso al contrabbasso e la voce di sua figlia Jasmine Tommaso hanno suonato ad Agerola alla rassegna "Sui sentieri degli dei - Festival dell Alta Costiera Amalfitana". La manifestazione che si tiene a palazzo Acampora è nata quattro anni fa e secondo Giovanni Paone di palazzo Acampora quest'anno come non mai ha una ricetta vincente: "Mutuando poesia prosa e musica in una combine che trova in questa manifestazione la sua migliore performance", ha spiegato.Per Bosso è la prima collaborazione con il Tommaso Quintet project. Nonostante una carriera ricca di successi nei templi del jazz non nasconde un minimo di emozione. "L'emozione è quella positiva: la voglia di condividere musica tra noi e cercare di trasmettere qualcosa al pubblico. E' questo l'obiettivo del musicista: creare una connessione diretta con la gente che è venuta ad ascoltarti", ha spiegato.Il programma dell intero festival - che si protrarrà fino al 31 agosto vedrà tra gli ospiti Massimo Ranieri, Antonella Ruggiero, Joe Amoruso, Renzo Arbore, Giusy Ferreri, Giorgio Albertazzi, Gene Gnocchi.