Milano, (askanews) - Tra i temi di Expo 2015 non c'è solo quello del cibo ma anche quello della cultura e di chi soffre la fame nel mondo: e comunque il tema del cibo "non può essere delegato alle multinazionali". Lo ha detto Dario Fo alla presentazione alla Pinacoteca di Brera di Milano del ciclo di appuntamenti "L'arte secondo Dario Fo" in onda su Rai 5. "Non è soltanto quello il tema dell'Expo - ha risposto il premio Nobel a chi gli chiedeva se nell'ambito della collaborazione con la Rai avrebbe toccato il tema del cibo, al centro di Expo - ce ne sono una ventina importanti da prendere con passione: c'è il problema della cultura per esempio di cui si parla tanto ma non si opera che in parte. Questo è uno degli esempi positivi che sta mandando avanti la tv, la Rai soprattutto"."Si potrebbe anche fare il cibo, perché no, bisognerebbe legarla al problema di dove trovare da mangiare per miliardi di persone che soffrono la fame non tanto sulla qualità e la straordinaria intelligenza culturale del magiare che noi abbiamo dell'Italia, siamo stati i primi a inventare i cuochi quasi - ha continuato Fo - soprattutto è un problema che non può essere delegato alle multinazionali come ha fatto Expo".