Milano (askanews) - Quando l'arte chiama, i giovani creativi imparano e rispondono: sono stati preamiati a Milano i tre progetti vincitori del concorso "videomakARS" promosso da Fondazione Italiana Accenture e Fondazione Milano. Il contest invitava i giovani videomaker a tradurre in video le opere identificate come le sei icone milanesi che caratterizzano "Expo in città": ovvero 'Il Quarto Stato' 'Il Bacio', 'Lo Sposalizio della Vergine', 'La Pietà Rondanini', 'Il Concetto Spaziale', 'L'Ultima Cena'.Ma la partecipazione al concorso, durato due mesi, prevedeva anche la frequentazione di un percorso formativo online per acquisire skill utili allo sviluppo di nuove professionalità creative. E la stessa mattinata di premiazione ha visto come momento fondamentale una lezione di tecniche di regia tenuta da Ruggero Gabbai, regista e fotografo. Una formula insolita ma che ha avuto successo come racconta Anna Puccio, segretario generale di Fondazione Italiana Accenture:"Si è conclusa oggi la premiazione dei dieci finalisti giovani under 30 che si sono misurati nel raccontare le sei opere d'arte di Milano, le sei icone che accompagneranno tutto il periodo di Expo in città. 130 Partecipanti, 30 progetti, 10 finalisti, 3 vincitori e un premio speciale della giuria. Molto contetti tutti, e vi diamo appuntamento a vedere i video alla fine di febbraio".I dieci finalisti, selezionati con voto popolare sulla piattaforma ideaTRE60, hanno avuto la possibilità di partecipare a un workshop formativo di due giorni della civica Scuola di Cinema di Milano, dove docenti professionisti hanno insegnato loro le migliori tecniche per realizzare e presentare i video.