Milano (TMNews) - Un padiglione che porterà a Milano le suggestioni geografiche degli Emirati Arabi Uniti: è stata presentata, nel corso di un evento Web tra Milano, Londra e Abu Dhabi, la struttura firmata da sir Norman Foster che rappresenterà la federazione degli Emirati all'Expo del 2015. "Noi conosciamo la vostra tradizione nelle Expo - ha detto, facendo gli onori di casa, il commissario unico Giuseppe Sala - e stiamo seguendo il vostro progetto".Progetto che ha il fascino delle grande architettura, ma anche le specificità dei Paesi del Golfo, con giardini e palme accostate a una struttura sinuosa che può ricordare anche le sculture del grande Richard Serra. Ma soprattutto che, almeno nel progetto, sembra integrarsi alla perfezione con il tema della nutrizione, cuore di Expo 2015. "Noi crediamo - ha aggiunto Sala - che nel XXI secolo sia fondamentale lavorare su un tema come il nostro, sul tema della sostenibilità. E noi crediamo anche che il tema degli Emirati per il 2020 vada in questo senso".Dal canto loro, i rappresentanti di Abu Dhabi hanno definito così il focus della propria partecipazione all'Expo. "E' qualcosa che riguarda il coinvolgimento delle persone - ha detto il commissario generale del padiglione, Salem Al Ameri - e crediamo che ci siano grandi opportunità tra Milano e Dubai".