Roma, (askanews) - "Dire che Rosi è un regista impegnato secondo me è riduttivo. Era un regista che sapeva cos'è il cinema, come va fatto e a cosa deve servire". Così Ettore Scola ha ricordato il regista Francesco Rosi alla presentazione della sesta edizione del Bif&st - il Bari International Film Festival, che si svolgerà dal 21 al 28 marzo, di cui è presidente. Il festival quest'anno dedica un omaggio al regista scomparso lo scorso gennaio."I suoi film, in un Paese come l'Italia, Paese dell'oblio, dei segreti e dei misteri, sono importanti. Il cinema ha questo compito: non svelare misteri o offrire soluzioni, ma invitare la gente, approfittando delle due ore di spettacolo, per raccontargli il loro Paese, i loro problemi e dargli maggiore capacità di discernimento. Rosi questo ha fatto: i suoi film a quello sono serviti, hanno chiarito le idee, anche a chi non li ha visti. Tutti hanno beneficiato in qualche modo della voglia di chiarezza che c'è nei film di Rosi".