Roma, (askanews) - Da "I Soliti idioti" è tornato ai fumetti, la sua prima passione fin da quando era piccolo. Fabrizio Biggio ha pubblicato con Magic Press Edizioni l'esilarante, "Le Avventurine di Pene e Vagina", una raccolta delle strisce a fumetti, riviste e aggiornate ai giorni d'oggi, che andarono in onda come sketch animati su Mtv in tre edizioni del programma "Loveline" dal 2006 al 2009."Pene e Vagina sono nati per amore", ci ha detto Biggio, a Roma per presentare il suo libro alla Fiera della piccola e media editoria "Più libri più liberi". "Nascono per amore, perché facevo dei bigliettini d'amore alla mia fidanzata e scrivevo piccole vignette e dialoghi a sfondo romantico-erotico, un giorno la produttrice del programma di sesso Loveline li ha intercettati e li ha voluti per il programma".La versione a fumetti è sempre rimasta nel cassetto e adesso c'è stata l'opportunità di pubblicare questa compilation di 120 tavole con i due personaggi che parlano di sesso ironizzando sugli stereotipi più comuni. In tv e poi sul web "Le avventurine" hanno riscosso grande successo e Biggio per crearle si era consultato anche con una sessuologa perché voleva che fossero anche un po' educative."Su YouTube poi ho avuto dei riscontri da tutto il mondo, soprattutto dal Giappone, erano impazziti.... Beh ha funzionato, il sesso è un argomento comunque che tutti possono capire e qui è trattato in modo schietto e non volgare, vero".Biggio scherza sul personaggio di Pene: "Il personaggio di Pene è un po' l'Homer Simpson del sesso, il pene medio con tutti i suoi limiti, perché alla fine noi peni siamo dei poveretti...".E i tuoi figli cosa dicono? "Cosa sono questi due mostriciattoli papà? Hanno sei e sette anni, lo vorrebbero leggere o portarlo a scuola, sto tergiversando... Però ovviamente non è per loro, devono avere almeno 15 anni".