Roma, (TMNews) - Di monotono non hanno proprio nulla se non il titolo del loro ultimo successo "La Canzone Mononota", con cui si sono posizionati secondi in classifica a Sanremo. Elio e le Storie Tese sono sempre pronti a stupire, a scherzare e a divertirsi come hanno voluto fare dopo il loro concerto all'auditorium di Roma. A cominciare dal batterista della band Christian Meyer: "Noi siamo felici di suonare, questa è la base della nostra filosofia", ha detto. "E se non lo siamo facciamo finta di esserlo come quelle donne che godono ma fanno finta" aggiunge Elio. "Nel tempo abbiamo imparato anche a fare questo" replica Christian.Sono uno dei gruppi musicali più amati e preparati della scena musicale italiana, che sfuggono e superano ogni definizione. "Questa etichetta che apprendo ora che ci è stata data di fare buona musica e cazzeggio - dice Elio - a noi sta un po' stretta ma come ci sta stretta qualunque tipo di etichetta, siamo contrari all'etichetta, anche dal punto di vista dell'educazione. Noi facciamo quello che sappiamo fare cerchiamo di farlo al meglio. Poi se questo è buona musica e cazzeggio o solo cazzeggio o un opera d'arte indimenticabile o una merda incredibile come tanta gente dice della nostra canzone del festival, questo è indipendente dalle nostre volontà". "Però dico io - sottolinea Elio - se dopo 30 anni la gente viene ancora a sentirci qualcosa in interessante c'è".Sulle polemiche post festival interviene anche Mangoni, che come sempre mescola musica, calcio e cabaret: le tre grandi passioni del gruppo rivelando il nome del suo artista sanremese preferito. "Come non tutti hanno apprezzato Gesù, e Mourinho diceva non tutti hanno apprezzato me, uno può dire non tutti apprezzano Elio e le Storie Tese, mentre tutti apprezzano Maria Nazionale, penso che questo sia importante". Da "Cara Ti amo", a "La terra dei cachi" fino a "Dannati Forever" Elio e le Storie Tese hanno saputo raccontare i vizi e miserie del belpaese con ironia e lucidità."Secondo me tra mille anni - afferma il frontman del gruppo - quando analizzeranno quello che è accaduto nel nostro tempo, come noi che leggiamo Tacito per capire gli antichi, gli uomini tra mille anni ascolteranno i pezzi di Elio e le Storie Tese e capiranno dai nostri pezzi quello che veramente è accaduto".Il gruppo è impegnato in nuovo tour che proseguirà per tutta l'estate, ma per il pubblico hanno in serbo una sorpresa. "Ci rivedremo alla fine di settembre, noi saremo cotti e distrutti e ci concederemo un attimo di reset" dice Cristian. "E esce il disco" lo interrompe Elio. "Questa è una notizia pazzesca, il disco esce durante il tour che è una cosa che non ha mai fatto nessuno, è pazzesco. Tra un mese e mezzo esce e ci saranno delle cose nuove che nessuno ha mai sentito".