Roma, (askanews) - Una mostra tutta di scarpe, le calzature degli antichi egizi: si intitola Stepping through Time, camminare nel tempo, ed è aperta al museo Archeologico del Cairo. Sandali preziosi, o di paglia, o di legno; babbucce di stoffa e perline, scarpe intagliate e anche i sandali del faraone bambino Tutankhamon, che regnò sull'Egitto dal 1334 al 1325 avanti Cristo."Abbiamo una collezione di scarpe che viene dalla tomba di Tutankhamon", spiega il ministro delle Antichità egiziano Mamdouh Damaty. "Non si tratta solo di un artigianato della calzatura, ma del simbolismo che passa per le scarpe: e per i funerali religiosi si approntavano calzature in oro perché il faraone le indossasse nell'aldilà".Per il visitatore il simbolismo delle scarpe, degli oggetti di vita quotidiana, è facile da comprendere. Porta gli antichi egizi vicini al nostro sentire: portavano sandali e scarpe come li portiamo noi, spiega l'archeologo Andre Veldmejir. "L'antichità sembra molto più vicina quando si parla di scarpe che quando si parla di un tempio e perfino di gioielli in oro, perché oggi l'oro non lo porta nessuno".