Roma, (askanews) - E' nato il 21 dicembre 2015 il portale ItaliaJazz.it, una "porta virtuale" nel mondo del jazz italiano, un enorme database d'informazioni e dati geolocalizzati sugli artisti, i locali, i festival e i concerti di jazz in Italia.Il sito è stato presentato alla Casa del Jazz a Roma alla presenza del ministro Dario Franceschini, che al jazz italiano sta dando un'attenzione che mancava da tempo: "Molte volte l'Italia si può vantare, ma noi parliamo solo delle cose che non funzionano e mai di quelle che il mondo guarda con ammirazione. Il jazz italiano è sicuramente uno dei jazz più importanti al mondo, veniva giudicato un fenomeno marginale di nicchia, questo portale fa vedere la forza straordinaria del jazz italiano ed è anche uno strumento importantissimo per il turismo".Costato finora 100.000 euro, 70.000 dei quali finanziati tramite il bando lanciato dal ministro Franceschini, Italia jazz è stato ideato dall associazione nazionale I-Jazz, di cui è presidente Gianni Pini: "Una piazza virtuale in cui trovare club, gli organizzatori, le venue, gli artisti, le agenzie che propongono e prossimamente anche i prodotti discografici".Basta andare sul portale, cercare l'artista o la città desiderata e appariranno tutti gli eventi in programma. A breve sarà disponibile una versione mobile, mentre una versione in inglese sarà presentata ufficialmente il 23 aprile a Brema, in occasione della fiera del settore jazzahead. Ma forse anche prima a Londra. Il trombettista Paolo Fresu:"Crediamo che un sito così, organizzato in questo modo rappresentativo di una realtà complessa come quella italiana probabilmente non esiste. Possiamo dire di avere fatto una cosa innovativa, fondamentale, importante per il mondo del jazz italiano".