Milano (askanews) - Dylan Dog compie 30 anni e li festeggia con tante nuove idee e un grande ritorno. Era il settembre del 1986 quando uscì per Bonelli editore "L'alba dei morti viventi" la prima storia dell'indagatore dell'incubo inventato da Tiziano Sclavi. L'autore per festeggiare la sua creatura regala ai fan dopo anni una nuova storia con la sua firma, "Dopo un lungo silenzio" e una nuova serie "Le storie di Dylan Dog".

Iniziative che intendono celebrare un fumetto in grado di intercettare ansie, paure e sogni di un'intera generazione e capace di raccontare il presente da 30 anni. Merito di un personaggio anti conformista che non dà mai risposte semplici a domande complesse, dice Roberto Recchioni, curatore editoriale di Dylan Dog, artefice del nuovo corso del fumetto.

00.53 intanto è un ottimista

01.25 bello

------

"Intanto è un ottimista disincantato, Dylan continua a credere, è scettico ma vuole credere che esista un mondo dall'altra parte, disincantato nei confronti della natura umana ma spera sempre che gli esseri umani lo sappiano sorprendere, è dalla parte del mostro , non è un giustizialista sempre pronto ad ascoltare il diverso, le ragioni dell'emarginato, è romantico, un eroe romantico e un po' decadente e infine è bello".

------

Dylan Dog raccontando mostri, reali e della mente, ha combattuto uno stereotipo dopo l'altro.

01.40 dyd è stato capace

01.53 dylan

-----

"Dylan Dog è stato capace di dimostrare che il fumetto popolare era capace di raccontare storie alte che erano di avventura ma che l'avventura la trascendevano".

Per gli appassionati in arrivo un numero speciale "Mater dolorosa" tutto a colori, e con copertina variant di Zerocalcare, un radiofumetto, documentari, cicli di film horror a lui dedicati, zombie walk, tante iniziative al Lucca Comics, compreso una "Dylan Dog experience", per mettersi nei panni dell'indagatore dell'incubo, e una nuova serie "Le storie di Dylan Dog", firmata da Tiziano Sclavi.