Una mattina all'alba a Bobigny nei pressi di una bisca clandestina viene ritrovato il cadavere della moglie del potente Jean -- Eric Chaligny il più importante sindacalista francese al centro di tensioni sociali che scuotono la Francia da qualche tempo. In seguito a questo avvenimento, due mondi completamente opposti si incroceranno: quello di Ousmane Diakité, poliziotto della sezione finanziaria di Bobigny e l'universo di François Monge, Ispettore Capo della famigerata anticrimine parigina. Le loro indagini li porteranno da un lato verso Parigi, nel mondo dei sindacati, e dall'altro nella banlieue di Bobigny con tutti i suoi loschi affari.