Milano (TMNews) - Hanno conquistato il quarto posto al 63esimo Festival di Sanremo, unica band in gara nella sezione Giovani, e il secondo per la Giuria di qualità con il brano "Dietro l'intima ragione": i Blastema arrivano da Forlì e suonano da 15 anni. L'esperienza a Sanremo è stata importante per far capire al grande pubblico chi sono. "E' stato molto formativo, a tratti sconvolgente, venire catapultati da una realtà sotterranea a una così esposta.Il fatto di aver raggiunto la finale è l'unico obiettivo che ci sarebbe piaciuto raggiungere".Per il gruppo è tempo di nuove sfide: la riedizione dell'album "Lo stato in cui sono stato", che contiene la canzone di Sanremo, e il tour che parte con due anteprime, il 19 marzo alla Salumeria della Musica di Milano e il 20 al Circolo degli Artisti di Roma."E' appena uscito il disco, siamo stati a Sanremo, vogliamo andare tra la gente a suonarlo, vogliamo fare concerti e avere le conferme di cui abbiamo bisogno anche dal vivo, nostro habitat naturale.In quelle 12 tracce è racchiusa la nostra essenza, quelo che siamo veramente.Adesso ricominciamo a lavorare nel circuito che ci compete, l'importante è tornare a suonare e suonare tanto".I Blastema si augurano che arrivi presto la svolta e la musica diventi il loro unico lavoro, oltre che la passione di una vita. Il nome che hanno scelto, che significa germoglio, dice tutto. "Non c'è una parola più adatta per definire un organismo in crescita che ancora non ha definito chi e cosa è, ci piace essere così perchè non ci dà vincoli. Se ce la fa uno ce la fanno cento, noi vogliamo dimostrare che si può".