Roma, (askanews) - Il cinema ha ancora un futuro roseo davanti, nonostante i numerosi spettatori che guardano film e serie tv su apparecchi di dimensioni ridotte come smartphone o tablet: a dirlo è il direttore della Berlinale Dieter Kosslick."C'è un trend che si sta rovesciando nella società. E' come se guardassimo su questa scrivania, dove non c'è un computer, solo un telefonino relativamente vecchio. Possiamo vivere anche così, possiamo lavorare così, possiamo avere una 'vita slow'. Perché il modo in cui lavoriamo oggi, non funziona". "Non è possibile che la gente sia 'addicted' da un piccolo apparecchio che portano in tasca. E' una follia", aggiunge critico Kosslick.Il festival del cinema della capitale tedesca, in programma dal 5 al 15 febbraio, quest'anno avrà Meryl Streep come presidente della giuria. "L'ultima volta che è venuta, mi ha detto che le sarebbe piaciuto vivere a Berlino per un periodo un po' più lungo. Per un direttore di un festival ciò significa: chiediglielo. Al massimo risponderà di no. E così glielo abbiamo chiesto e lei ha detto di sì".(Immagini Afp)