Londra (askanews) - Ha cambiato il look alla monarchia inglese, ma non solo, è stata un'icona di eleganza e un simbolo del suo tempo. Vent'anni dopo la tragica morte di Lady Diana, il ricordo della "principessa del popolo" è ancora vivissimo. Per comprenderne meglio la figura a Londra è stata allestita a febbraio una mostra a Kensington Palace sulla sua personale concezione di stile. L'esposizione "Diana: her fashion story" ripercorre l'evoluzione dello stile della principessa nel corso degli anni.

"Tutto quello che lei indossava veniva guardato e esaminato, Diana ha rapidamente imparato a usare la moda come uno strumento per mandare messaggi e promuovere delle cause. Dalla metà degli anni '80 è riuscita a creare un suo stile unico e per questo è diventata un'icona di classe senza tempo" spiega Libby Thompson curatrice della mostra.

Determinata vivere pienamente la sua femminilità è andata oltre la rigida etichetta che le volevano imporre, sconvolgendo il dress-code della famiglia reale, con uno stile moderno, meno formale, che ha fatto scuola. Anche la duchessa Kate, prende evidentemente spunto dalla suocera che non ha mai conosciuto.

Lady D è stata una fashionista ante litteram come dimostrano i suoi abiti esposti nella mostra, voluta dai figli William e Harry, desiderosi di celebrare la madre in tutti gli aspetti che l'hanno resa celebre e immortale, dall'impegno sociale alla moda.