New York, (TMNews) - Ha aperto i battenti solo 10 anni fa, ma il Dia:Beacon è già diventato il nuovo tempio dell'arte contemporanea. A poco più di un'ora di auto da New York, sulle rive dello Hudson River, il museo sorge negli stabilimenti edificati nel 1929 dall'industria dolciaria Nabisco.Nell'immensa struttura, realizzata in ferro, cemento e vetro, sono accolte opere di artisti europei e americani che hanno fatto la storia dell'arte contemporanea. Minimalisti, Concettuali, Post-minimalisti espongono qui i loro lavori, realizzati a partire dagli anni settanta fino ad oggi."La collezione è prevalentemente composta da lavori monumentali e su media-larga scala che sono stati realizzati tra gli anni '60 e '70 e che qui hanno trovato la loro collocazione ideale", spiega Yasmil Raymond curatrice dell'esposizione.Il Dia:Beacon è anche celebrato per la sua illuminazione realizzata grazie alle ampie vetrate che offrono le condizioni ottimali, per illuminare quadri e sculture.(immagini Afp)