Roma, (TMNews) - Ai David di Donatello, i cosiddetti Oscar del cinema italiano, sarà una lotta tra Paolo Virzì e Paolo Sorrentino con i film "Il capitale umano" e "La grande bellezza", che hanno ottenuto rispettivamente 19 e 18 candidature. Ma ottime chanche ci sono anche per "Smetto quando voglio" di Sydney Sibilia, uno dei film rivelazione dell'anno e "Allacciate le cinture" di Ferzan Ozpetek, con numerose candidature per entrambi nelle principali categorie.A contendersi la vittoria per il miglior film con Virzì e Sorrentino, forte anche dell'Oscar, ci sono "La mafia uccide solo d'estate" di Pierfrancesco Diliberto, "La sedia della felicità", ultimo film di Carlo Mazzacurati, scomparso pochi mesi fa, e "Smetto quando voglio". Mentre i registi in corsa con i due favoriti sono Carlo Mazzacurati, Ferzan Ozpetek e Ettore Scola.Tra le attrici la lotta per il premio è tra Sabrina Ferilli, Valeria Bruni Tedeschi, Paola Cortellesi, Kasia Smutniak e Jasmine Trinca, e tra gli attori fra Giuseppe Battiston, Fabrizio Bentivoglio, Carlo Cecchi, Edoardo Leo e Toni Servillo.Per il David giovani, infine, assegnato da 6000 giovani delle scuole superiori in tutta Italia, oltre ai film di Sorrentino,Virzì, Diliberto, in lizza ci sono anche "Tutta colpa di Freud" di Paolo Genovese e "Sole a Catinelle" di Gennaro Nunziante. La cerimonia di premiazione con la proclamazione di tutti i vincitori si terrà il 10 giugno.