Milano (askanews) - "Star Wars: dal fumetto al cinema e ritorno": è il nome della mostra sull'universo espanso di Star Wars aperta a Milano al Wow!, il museo del fumetto. Nelle sale dell'esposizione, guidati da un jedi con tanto di spada laser si comincia il percorso nella sala dedicata all'era pre-saga e alle fonti che hanno ispirato George Lucas. I fumetti, tra i quali su tutti Flash Gordon, che era in origine il progetto cinematografico di Lucas. Poi i libri, in primis quelli di Tolkien. E i film, con la videoteca interattiva di Lucas: premendo su un dvd compaiono i titoli che hanno ispirato il regista americano: da Metropolis alle pellicole di Sergio Leone. Poi, attraverso una tenda si accede a "una galassia lontana lontana" con la visita all'universo di Star Wars. Costumi di scena, spade laser di ogni tipo. Ma anche vecchie locandine e tanti fumetti rarissimi. La guida Jedi sa tanti aneddoti. Come quello che la maschera di Dark Vader, simile a un casco nazista, in realtà fosse un mix di ispirazioni dell'universo di Lucas: un po' una maschera antigas, come quelle che il regista indossava da bambino nelle esercitazioni in classe, un po' la rappresentazione dei samurai, quelli raccontati nei film di Akira Kurosawa amati da Lucas.Ci sono poi i videogame, gadget di ogni epoca e riproduzioni a grandezza naturale di droidi e astronavi. Tra le rarità una illustrazione realizzata appositamente per la mostra da Milo Manara. Insomma, di tutto e di più per una immersione totale nel mondo delle Guerre Stellari.