Roma (askanews) - Si trovano in posti da sogno e cercano una nuova vita. Da nord a sud lungo tutta la penisola sono 20 i beni di proprietà dello Stato tra fari, torri ed edifici costieri protagonisti del bando di gara promosso dall'Agenzia del Demanio e da Difesa Servizi spa, che prevede l'affitto delle strutture fino ad un massimo di 50 anni.

Sono edifici posizionati in luoghi mozzafiato dalla Laguna di Venezia a Ponza, fino a Siracusa, ma in stato di abbandono e di degrado, potranno essere ristrutturati e rilanciati in attività come hotel e resort di lusso.

Per la seconda lo Stato indice una gara per trasformare quello che è attualmente un costo per la pubblica amministrazione, in un nuovo introito. Importanti i numeri dell'operazione: un investimento di circa 6 milioni di euro per riqualificare le strutture, una ricaduta economica complessiva di circa 20 milioni di euro, la creazione di un centinaio di posti di lavoro e un incasso per lo Stato di oltre 340 mila euro di canoni annui che ammonterà a oltre 7 milioni di euro per tutto il periodo di affidamento.