Milano (TMNews) - A Milano rinasce a nuova vita uno dei poli d'arte della città, la Gam Galleria d'Arte Moderna. Dopo mesi di riallestimento, cominciato lo scorso aprile, è stato riaperto al pubblico l'ultimo piano della Villa Reale che ospita le collezioni Grassi e Vismara, quasi 300 opere di grande valore, da Modigliani a Morandi, da Picasso a Matisse. Le due collezioni ora sono riunite sullo stesso piano e in contemporanea è stato recuperato l'allestimento originale dell'architetto Ignazio Gardella spiega Paola Zatti, conservatore Galleria d'Arte Moderna: "Il principio fondamentale - dice - è stato il rispetto di un allestimento concepito negli anni Cinquanta da Gardella, uno dei pochi integri"Ripristino avvenuto nel segno del rispetto per ogni dettaglio: dai colori delle pareti al ritrovato splendore della monumentale scala elicoidale. Il riallestimento è la seconda tappa del progetto di valorizzazione della Gam, portato avanti con la collaborazione di Ubsnel contesto di una partnership triennale. Fabio Innocenzi, amministratore delegato Ubs Italia."Abbiamo iniziato un percorso con la Galleria d'arte - spiega - nel quale si unisce un contributo finanziario a un contributo in tema di opere e quindi è un'affinità che porta ad una partnership sia di contenuto che finanziaria, una cosa nuova".Una valorizzazione da parte del privato del patrimonio culturale pubblico ancora più importante per Milano in vista di Expo 2015.