Milano (TMNews) - Da concorrente a conduttrice di Miss Italia, nel 1987 venne eletta Donna Ideale, ora è la presentatrice della 75 esima edizione. Simona Ventura racconta il suo rapporto privilegiato con il concorso di bellezza. "E' una cosa bella, sicuramente riesco a calarmi nella personalità e nella vita di queste ragazze. Riesco a percepire che cosa provano, perchè l'ho provato anche io anche rispetto a loro eravamo un'altra generazione e soprattutto rispetto a loro ero una cialtrona, una mascalzona. Per esempio non mi ero svegliata alle selezioni. Ero l'unica a essere passata alle finali e mi avevano lasciato a Reggio Emilia insieme alle compagne che non erano passate, per cui ho dovuto raggiungere con mezzi propri Salsomaggiore, facendo la figura della ritardataria. Mi ricordo che l'ho presa anche molto serenamente. E' stata una bellissima esperienza e voglio che resti tale anche per le ragazze anche se non verranno elette Miss Italia".