Roma, (TMNews) - Gli anni '20 rivivono in 3D e diventano quasi contemporanei in un tripudio di luci, colori, musiche ed effetti visivi che quasi stordiscono. Dopo la tiepida accoglienza a Cannes, arriva al cinema il film d'apertura del festival, "Il Grande Gatsby" del regista di "Moulin Rouge" Baz Luhrmann. Il nuovo adattamento del romanzo di F. Scott Fitzgerald ha come grande protagonista Leonardo DiCaprio, un Gatsby perfetto, un miliardario affascinante, misterioso, ambizioso che organizza nella sua villa feste opulente con ballerine, acrobati, danze, fuochi d'artificio e fiumi di champagne. A raccontare la storia è Nick, Tobey Maguire, aspirante scrittore arrivato a New York che si ritrova Gatsby come vicino di casa e la bella cugina Daisy, Carey Mulligan, al di là della baia, sposata con un marito nobile e donnaiolo. Nick viene rapidamente catapultato in quel mondo di sfarzi, dissolutezza, eccessi e lustrini, in una storia di amori e inganni che di sicuro è un'esperienza visiva e sonora, con costumi da sogno, tra le musiche jazz, Gershwin, il rap di Jay Z e Beyoncé.