Roma, (askanews) - Nelle immagini la famosa scena del balcone con Romeo e Giulietta. Tutto è pronto a Stratford-upon-Avon, città natale di William Shakespeare, per accogliere visitatori da tutto il mondo; il 23 aprile si celebra infatti il 400esimo anniversario dalla morte del bardo, il più grande drammaturgo e poeta inglese.I turisti sono attirati qui dalla bellezza dei testi di Shakespeare, ancora oggi di incredibile attualità. Il direttore della Fondazione Shakespeare Birthplace Paul Edmondson, spiega:"Le più forti emozioni che proviamo in quanto persone, le nostre paure e i nostri dubbi, sono espressi da Shakespeare attraverso la varietà dei suoi personaggi; che sia un re o un campagnolo, una ragazza travestita da ragazzo o una regina o chissà chi, lui riesce a mostrare cosa significhi essere umani".Shakespeare e i suoi lavori sono immortalati nelle statue della città dell'Inghilterra centrale. Le sue tragedie e commedie continuano a essere rappresentate in tutto il mondo. Alla Royal Shakespeare Company sta andando in scena un adattamento di Amleto ambientato nell'Africa occidentale contemporanea. L'attore che interpreta Polonio, Cyril Nri, racconta:"Per un attore alle volte può sembrare abbastanza difficile avere a che fare con questi personaggi e dare loro rilevanza davanti a spettatori moderni, ma mi sono divertito. Se riesci fare Shakespeare in questo modo, allora è come farsi una chiacchierata al pub con un amico o parlare con un'amante, questa è la cosa più eccitante".A Stratford-upon-Avon si può visitare anche la tomba dove il bardo è sepolto, il letto della sua casa o anche bere una "Shakesbeer" o gustare un gelato shakesperiano. (immagini Afp)