Roma, (askanews) - Roma capitale cerca filantropi per finanziare restauri e interventi di conservazione del suo immenso patrimonio storico culturale. Lo ha annunciato il sindaco, Ignazio Marino, a margine della firma con il ministro della Cultura Franceschini per la nascita del Consorzio per i Fori di Roma. Marino annuncia un protocollo per la ricerca di mecenati privati. "Ci sono tante persone, e lo abbiamo visto in questi anni della mia amministrazione, che volontariamente sono felici di donare risorse economiche importanti: basta pensare ai 2 milioni di euro della Piramide Cestia, ai 25 milioni di euro per il Colosseo, ai milioni per la Barcaccia, la scalinata di piazza di Spagna, Fontana di Trevi: tutti denari che provengono da filantropi e mecenati che con orgoglio vogliono partecipare alla conservazione del patrimonio archeologico di Roma che è il più importante del mondo".Il ministro della cultura da parte sua pensa più a un intervento di gestione, ma delimitato ai siti minori e non al grandioso complesso dei Fori. "In questo caso non è necessario che entrino privati. Ci sono aree minori del paese che lo Stato ha difficoltà a tenere aperte per mancanza di risorse, che potrebbe essere affidati in particolare al privato no profit. Ma quest'area non ha bisogno del contributo dei privati perché il pubblico - e il pubblico può gestire bene, non è obbligatorio che gestisca male - può valorizzarla sempre di più".